Assemblea 2020 / 3 _ statuto approvato

Il presidente Roberto Alzetta e il segretario Gianfranco Alzetta
Gianluigi Pezzotta legge la relazione dei revisori

Il nostro Circolo conta, unità più unità meno, 400 soci. Piuttosto semplice avere il quorum per poter deliberare in ordinaria, diverso è  ottenerlo per l’assemblea straordinaria. Grazie a una efficiente organizzazione è andato tutto bene: una larghissima fetta di soci, in presenza o per delega, ha validato l’incontro.
Avviatasi pochi minuti dopo l’orario convenuto, il presidente Roberto Alzetta – coadiuvato dal segretario Gianfranco Alzetta – ha aperto i lavori con una dettagliata relazione. Seguita subito dopo dalla lettura del bilancio 2019 dettagliato in ogni sua voce. La sua approvazione, dopo i puntuali interventi di alcuni soci e la positiva relazione dei revisori letta da Gianluigi Pezzotta, ha chiuso la sessione ordinaria.
Più che puntuale, alle 16.00, l’avvio della straordinaria dopo una riverifica delle presenze per il necessario quorum. Il presidente ha dato ampio dettaglio sulla necessità di questa variazione statutaria, per gran parte dovuta a normativa di recente emanazione. È seguita la lettura, articolo per articolo, della bozza del nuovo statuto e, dopo pochi interventi di chiarimento, approvata – senza variazioni – all’unanimità.
Un caloroso applauso finale, a tutti e a ciascuno, per l’impegno a sostegno del Circolo ha chiuso l’incontro. È rimasto un piccolo rammarico: causa Covid-19, non poter festeggiare con l’usuale rinfresco. Ma, a detta di tutti, è solo rimandato.

L'assemblea del 2019
Quella del 2020

Assemblea 2020 / 2 _ Imperativo esserci

Sabato 3 ottobre 2020 dalle ore 14,30 in Auditorium ex centrale Pitter - Malnisio

Questo appuntamento è importantissimo per la continuità del Circolo, quindi sei vivamente pregato di  partecipare.

In ordinaria ci sono il solito bilancio e le varie. Ma nella straordinaria dovrà essere approvato il nuovo statuto che richiede la maggioranza assoluta dei soci.
Approvare il nuovo statuto è vitale per l’associazione perchè in caso contrario non sarà possibile iscriversi al registro nazionale ma soprattutto perchè non sarà possibile chiedere contributi ed agevolazioni alla pubblica amministrazione.

Qui trovi le due convocazioni, ordinaria e straordinaria.

L’arte del Patchwork / 2

È stata una mostra partecipatissima di pubblico, all’ingresso un gran daffare per la registrazione e la sanificazione delle mani. Poi, sguardi ammirati e commenti entusiasti hanno largamente appagato le pazienti artiste. Tutti si sono augurati una prossima vicina edizione e un maggior periodo espositivo. In alcune foto, qui sotto, i particolari di una buona parte dei lavori

L’arte del Patchwork

Il patchwork, dall’inglese patch= pezza e work=lavoro, è un prodotto artigianale realizzato dall’unione di tessuti diversi, di svariati colori e materiali. E come in tante altre arti non c’è limite alla fantasia. 16 signore di mezza età, tra impegno e passatempo con l’aiuto di Romana, hanno realizzato una bella serie di lavori oggetto della mostra.
Dura solo un fine settimana: conviene farsi un promemoria.

Corso di patchwork per bambine

Ce n’era già stato uno lo scorso anno finita la scuola. Riuscito così bene che si è ripetuto anche quest’anno, coinvolgendo giovani speranze nella fascia d’età 9-13. Poche lezioni, ma più che sufficienti per concludere in allegria un lavoro e portare con sè  l’eperienza di una nuova abilità: cucire.
Grazie alle disponibilità e alle capacità di Romana, Levia, Giannina e Luigina.

Trasporti 2020

È ufficiale: dopo incontri, accordi e la necessaria definizione delle regole da seguire, per i volontari e per i trasportati,
Il servizio è di nuovo attivo dal  1° luglio.

Questo video è un buon riassunto.
Per richieste telefonare in segreteria
0427 799771 il martedì o il venerdì dalle 9,00 alle 11,00

Due brevi note dicono dell’importanza del servizio che il Circolo cura in convenzione con i Servizi Socioassistenziali d’Ambito. I comuni raggiunti – oltre a Montereale Valcellina, anche Andreis e Barcis –, il numero dei volontari coinvolti – una ventina che donano il loro trempo e usano per gran parte l’auto propria –, i volumi del 2019 – oltre 200 trasporti, per 600 ore d’impegno e una percorrenza di 15.000 km. All’aridità delle cifre va però aggiunto il valore della relazione che intercorre durante il viaggio, fatta sempre di sorrisi ed un impagabile grazie. Diventare volontario – ce n’è bisogno – è facile: si tratta di donare tempo, il resto viene da solo. Se vuoi/puoi chiamaci.

RI-PARTENZA

Tasporti / accompagnamenti Stiamo definendo con Auser e Servizi sociali le modalità di ripresa del servizio verso le strutture sanitarie. 

E, sul fronte dei volontari, la verifica della loro disponibilità e la conseguente formazione sulla nuova operatività secondo i protocolli e delibere delle Autorità competenti.
L’obiettivo è quello di ripartire con la segreteria venerdì 19 o martedì 23 giugno. Il numero della segreteria è sempre lo stesso 0427799771, chiamare il martedì e il venerdi h. 09.00-11.00


Gruppo di cammino,
ogni venerdì pomeriggio con ritrovo dei partecipanti alle ore 14.30 davanti al Centro Giacomello.

Alla fine dello scorso mese avevamo fatto un’uscita per testare il distanziamento e il ‘disagio’ della mascherina. Tutto bene, quindi si continua ogni venerdì, tempo meteorologico permettendo. Su questa pagina dell’Azienda Sanitaria si parla dei gruppi di cammino.

Una doverosa cautela

via fatta con i fiori

Da pochi giorni si sono allargate le maglie normative giustamente imposte a barriera dell’epidemia Covid-19. Ed è stata per tanti, in particolare per chi ha dovuto vivere in spazi ristretti, una fresca boccata d’aria. Quelle maglie, però, ci sono ancora, monito di un percorso inderogabile per scampare il pericolo.

Riprenderemo le attività, prima di tutto quelle organizzative, e ci daremo un calendario per le altre possibili.

Con una doverosa cautela.

panorama di campi con righe colorate da fiori

SOSPESO il servizio trasporto anziani

È uno degli impegni costanti del Circolo quello di accompagnare chi non ha mezzi propri verso le strutture sanitarie ed assistenziali. Siamo costretti a sospenderlo nel rispetto delle recentissime disposizioni ministeriali e in accordo con il Servizio Sociosanitario.  Speriamo di riprenderlo quanto prima e appena possibile…